WhatsApp Chatta con noi!
Canna fumaria esterna

Canna fumaria esterna

La canna fumaria esterna è tipicamente composta da diversi componenti, tra cui:

Tubo di scarico: questo è il tubo principale che risale dall'unità di riscaldamento all'apertura superiore della canna. È realizzato in materiale resistente al calore, come acciaio inossidabile o rame.

Rivestimento interno: questo è un rivestimento addizionale all'interno del tubo di scarico, spesso realizzato in materiale ceramico, che aiuta a isolare il calore e a ridurre la quantità di condensa che si forma all'interno del tubo.

Cappello: questo è un cappello o una cupola posta alla sommità della canna per prevenire l'ingresso di acqua di pioggia, neve o detriti.

Supporti di fissaggio: questi sono attaccati alla parete esterna dell'edificio per sostenere la canna e mantenerla stabile.

Ispezionabilità: per legge, ogni canna fumaria deve essere facilmente ispezionabile, perciò le moderne canna fumarie esterne hanno sportelli di ispezione in modo da permettere una manutenzione periodica. Le canne fumarie moderne sono progettate per essere efficienti, sicure e facile da mantenere. Sono anche esteticamente gradevoli e possono essere disegnate per adattarsi all'estetica generale dell'edificio. In questo articolo trovi maggiori informazioni riguardanti la normativa e l'ispezionabilità.

Le canne fumarie Fluetube, oltre a rispettare questi requisiti, hanno un design moderno e adatto a diversi ambienti.

Le diverse canne fumarie: metallo, plastica, muratura

Le diverse canne fumarie, ovvero i condotti che permettono l’espulsione dei fumi e dei gas di scarico prodotti dalle combustioni, possono essere realizzate in diversi materiali: metallo, plastica e muratura. Ognuno di questi materiali presenta vantaggi e svantaggi specifici.

Canne fumarie in metallo

Le canne fumarie in metallo, ad esempio, sono molto resistenti al calore e agli agenti atmosferici, si riscaldano velocemente e mantengono a lungo il calore, facilitando quindi la fuoriuscita dei fumi. Sono inoltre facili da installare e da pulire, un aspetto importante per la corretta manutenzione dell'impianto.

Canne fumarie in plastica

Le canne fumarie in plastica, invece, hanno un costo inferiore e una maggiore resistenza alla corrosione. Sono generalmente utilizzate per gli impianti a condensazione, in cui i fumi vengono raffreddati fino a diventare liquidi. Questo comporta una minore temperatura dei gas di scarico, che non rischiano quindi di danneggiare il materiale.

Canne fumarie in muratura

Le canne fumarie in muratura sono quelle più tradizionali. Offrono un elevato livello di isolamento termico e sono molto durevoli, ma richiedono un'installazione più complessa e costosa e necessitano di un'accurata manutenzione. 

La scelta del materiale per la canna fumaria dipenderà quindi dal tipo di impianto di riscaldamento utilizzato, dalle condizioni climatiche, dalle normative in vigore e dagli obiettivi di efficienza energetica che si vogliono raggiungere. Ogni materiale presenta caratteristiche specifiche che lo rendono più o meno adatto a determinate situazioni, pertanto è fondamentale valutare attentamente tutte queste variabili prima di procedere con l'installazione della canna fumaria. 

Canna fumaria esterna in acciaio inox: i vantaggi

L'acciaio inox 316L, o acciaio inossidabile, è un tipo di acciaio reso resistente alla corrosione attraverso l'aggiunta di cromo. Il contenuto di cromo forma una pellicola passiva di ossido di cromo in superficie che impedisce ulteriori danneggiamenti. Queste sono alcune delle ragioni per cui l'acciaio inox è ideale per applicazioni esterne:
1. Durabilità: l'acciaio inox 316L è estremamente resistente alla corrosione e all'usura. Resistente alla ruggine e all'ossidazione, è uno dei materiali più duraturi disponibili per installazioni esterne.
2. Meno manutenzione: a differenza di altri metalli, l'acciaio inox non richiede rivestimenti protettivi o vernici per mantenere la sua durabilità. Questo lo rende una scelta di manutenzione bassa per progetti all'aperto.
3. Resistente alle intemperie: l'acciaio inox può resistere a una vasta gamma di condizioni atmosferiche, compresa la pioggia, la neve, la grandine e il sole intenso. Questo lo rende un materiale ideale per installazioni esterne dove le condizioni atmosferiche possono essere imprevedibili.
4. Estetica: l'acciaio inox ha un aspetto pulito e moderno che può migliorare l'estetica di qualsiasi progetto esterno. Può essere lucidato per una finitura brillante o spazzolato per un aspetto più opaco.
5. Ecologico: l'acciaio inox è 100% riciclabile, il che significa che non contribuisce all'inquinamento dei rifiuti. Inoltre, la sua lunga durata significa che non deve essere sostituito frequentemente, riducendo ulteriormente l'impatto ambientale.

Che permessi servono per una canna fumaria esterna?

Per installare una canna fumaria esterna all'edificio, è necessario ottenere una serie di permessi e rispettare determinate normative, il cosiddetto "permesso di costruire". In primo luogo, è necessario fare riferimento alle leggi regionali e comunali, che possono variazioni da regione a regione e da comune a comune. Generalmente, è richiesto un permesso comunale per la realizzazione di opere che modifichino l'immagine esterna dell'edificio. Inoltre, è necessario che sia rispettata la distanza di sicurezza tra la canna fumaria e i muri esterni dell'edificio, per motivi di sicurezza incendi.
È importante consultare un tecnico abilitato per valutare i vincoli e le possibilità offerte dalla normativa in vigore. Per quanto riguarda la norma tecnica, la canna fumaria deve essere costruita in conformità alla norma UNI 10683, che definisce le caratteristiche tecniche necessarie per garantire il corretto funzionamento e la sicurezza. Questo significa che la canna fumaria dovrà essere costruita con materiali resistenti al calore e al fuoco, e che dovrà avere una sezione adeguata alle esigenze di tiraggio dell'impianto.

Quanto costa fare una canna fumaria esterna?

Determinare il costo per la realizzazione di una canna fumaria esterna può essere un compito complesso in quanto vi sono diversi fattori che entrano in gioco. Innanzitutto, bisogna considerare le dimensioni e la complessità della canna fumaria. Ad esempio, un tubo di scarico più lungo o con più curve sarà più costoso rispetto a uno più corto e semplice. In secondo luogo, il materiale utilizzato per la costruzione della canna fumaria influisce sul costo complessivo; acciaio inossidabile, rame e ceramica sono tra le opzioni più costose, mentre l'alluminio e il pvc sono tra le opzioni più economiche. Inoltre, i costi di installazione possono variare a seconda dell'ubicazione e della complessità del lavoro. Ad esempio, se l'installazione richiede l'accesso a parti difficili da raggiungere della casa o se richiede permessi speciali, il costo aumenterà. In generale, il costo per la realizzazione di una canna fumaria esterna può variare dai 500 ai 2000 euro, a seconda dei fattori sopra menzionati. Infine, è importante ricordare che queste sono solo stime e che il costo effettivo può variare. Per avere un preventivo adhoc, inviaci la richiesta a service@fluetube.com o calcola il preventivo per la tua canna fumaria direttamente online.

Commenti (0)

Nessun commento al momento